Daresti la stecca per prendere un condominio

D: Benvenuti a I vendicatori condominiali. la puntata di oggi è : daresti la stecca per prendere un condominio? Io sono David Campomaggiore…

K: Ed  Io sono Kostantin Zevinovski ..

D: Cos’è questa voce sensuale? Ti sei eccitato prima al ristorante dì la verità?

K: Beh il ristorante è stata un’esperienza molto piacevole e in più sono già quasi le 11 di sera..

D: Perché dovete sapere che come al solito registriamo sempre tardo pomeriggio in teoria e poi ci siamo messi a parlare abbiamo fatto tardi quindi il Gremlin se mangia dopo mezzanotte si trasforma… Allora ah, c’ho fame.. Andiamo a mangiare e c’è il ristorante vicino casa Don, dove abbiamo fatto l’evento di presentazione del Magazine e quindi è il ristorante di Imprenditore condominiale .. è un ristorante molto carino ed è frequentato molto bene da un pubblico femminile molto appariscente,…

K: C’è un bel pubblico…

D: E praticamente gli si sono scombinati tutti i chakra a Kostantin..

K: Però adesso sono carichissimo per questa puntata ..

D: Nemmeno la carbonara ha finito gli si è rimasta sulla gola. Dicevamo daresti la stecca per prendere un condominio? E la domanda che ti faccio è: se ti porto un condominio saresti disposto a pagarmi,  a darmi   un giusto riconoscimento economico?Io ti segnalo un condominio, te lo porto e tu lo acquisisci e magari mi riconosci qualcosa…

K:Guarda David la risposta te lo do io; la risposta è assolutamente sì: più volte io parlando con amministratori mi sono sentito dire: guarda.. se tu dovessi sentire qualcuno, qualcosa e mi porti un condominio io ti riconosco anche qualcosa… quindi la risposta è assolutamente sì…

D: Quindi mi stai dicendo che per te o per l’amministratore medio con cui hai parlato, un condominio avrebbe un costo di acquisizione accettabile?

K: Beh, certo se  tu al 100% con una buona probabilità gli porti il lavoro, perché gli porti comunque dei soldi, anche in modo ricorrente perché ricordiamolo e sottolineiamo che rispetto ad altre professioni come avvocati, ingegnere,il commercialista un po’ meno, però altre professioni dove ti devi sudare il tuo cliente, che magari ti paga anche bene però una tantum, l’amministratore di condominio ha questa parte positiva dove il suo cliente non solo è ricorrente ma per esempio rispetto al commercialista controlla anche il flusso del denaro. Quindi quando entra un condominio nuovo sono soldi praticamente quasi sicuro ecco…

D: Quindi stiamo dicendo che questo costo di acquisizione virtuale o reale che sia può essere visto come un investimento perché spendi dei soldi per acquisire un condominio: in realtà è anche certo perché te lo porto e tu me lo paghi. Quindi è un investimento e accetti il concetto che si può investire e si deve acquisire per acquisire nuovi condomini giusto?

K:Giustissimo e nel business dov’è  che si investe per avere un ritorno in termini di clienti e di fatturato?

D: Nel marketing …

K: Bene! Quindi siamo arrivati a dire che spendere i soldi in marketing non è una spesa a fondo perduto…

D: E’ cosa buona e giusta fratelli il marketing! E’ cosa buona e giusta..

K: Ma c’è un problema: molto spesso qualcuno nel settore condominiale ha speso dei soldi qua e là vuoi un volantino, vuoi la pubblicità su una rivista, vuoi sui tovaglioli al ristorante e tante altre promozioni classiche che bene o male uno vede nel giro oppure gli vengono queste idee genialate, per cui ci butta sopra anche qualche migliaia di euro… che però poi dopo molto spesso finiscono  come delle disillusioni che non portano i risultati sperati: cosa succede? Succede che uno dice no, allora il marketing non funziona …

D: E non è che  il marketing non funziona perché se così fosse mi dovresti rispondere alla domanda per quale motivo nella stessa identica azione di marketing fatta dal tuo concorrente ha portato a risultati e la tua no? Perché semplicemente non sai fare marketing e capiamoci un attimo: non è colpa tua ma è che fare marketing è una competenza che si impara, si studia, si acquisisce e poi si mette in campo: se  ti improvvisi è come se io mi improvvisassi a fare il dentista … forse te lo levo il dente ma te la faccio venire qualche infezione .. Sicuro ti disdereno… Quindi sono cose che non si possono improvvisare.

K:Per riportarlo alla realtà del settore condominiale, anche tu adesso che sai gestire il condominio, non è che lo hai imparato così da un giorno all’altro. Ma hai fatto dei corsi di formazione, hai messo questa competenza teorica sul campo, hai sbagliato, hai subito delle conseguenze, ma hai aggiustato il tiro e sei tornato a praticare la gestione del condominio. Bene, la stessa identica cosa funziona per il marketing e se non lo sai fare e fai delle azioni sporadiche, è normale ed è come giocare alla lotteria che molto spesso si perde e non si vince; per cui se tu inizi a studiare la materia che si chiama il marketing, applicarla…

D:Ma un esempio che voglio fare per esempio è quanti amministratori hanno buttato 200 -, €300 nelle Facebook ads, le pubbliche su Facebook, le cosiddette sponsorizzate.. mettono  €300, si sparano questi €300 nel giro di una settimana o di un mese dipende..  non torna nessun risultato e dicono che le Facebook ads non funzionano…

K: Internet non funziona…

D: E’ il demonio, mangia soldi … In realtà per quale  motivo ci sono amministratori che con le Facebook ads prendono tanti condomini? Perché quello è uno strumento e poi sta a te usarlo bene e se io prendo un fucile, non so sparare, non posso dare la colpa al fucile ma sono io che ho sbagliato la mira ed è la stessa identica cosa: imparare a fare marketing è una materia che si studia e prima di andare avanti nel dire cosa sia il marketing e adesso approfondiremo un attimo, vorrei ricordare che questa puntata come tutte le puntate de I vendicatori condominiali sono offerte dallo sponsor  Imprenditore condominiale…

K: Il Magazine imprenditore condominiale e se lo volessi acquistare come dovrei  andare?

D: Sul sito imprenditorecondominiale.it oppure www.magazineimprenditorecondominiale.it e dove puoi abbonarti avere a studio consegnato da te sulla tua scrivania, tutti i numeri del 2019 compresi quelli passati ed il numero in omaggio di ottobre 2018. Cos’è imprenditore condominiale diccelo tu, questo Magazine di cosa parla?

K:Obiettivo del magazine è quello di trasformare e trasmettere le conoscenze all’amministratore di condominio che vuole gestire il proprio studio da imprenditore e oltre al magazine c’è anche l’area riservata dove si può leggere il Magazine in versione digitale e anche accedere a dei contenuti bonus di oltre 4 ore di durata per esempio delle interviste video degli Imprenditori condominiali di successo, che hanno ottenuto dei risultati molto sopra la media, in aree specifiche – chi nell’acquisizione di clienti,  chi nell’organizzazione, chi nella introduzione di tecnologia – e tu puoi vedere e accedere a queste interviste di durata media dai 40 minuti  ad un’ora semplicemente abbonandoti al magazine per una cifra ridicola..

D: Ma torniamo a noi: cos’è il marketing? Il marketing è una serie di attività che tu  metti in campo per attirare a te contatti realmente interessati ai tuoi servizi quindi sono attività vere, pro attive che tu fai sul mercato verso l’esterno per attirare tutta quella richiesta che c’è sul mercato, perché   i tuoi servizi vanno a risolvere e funziona quando i tuoi servizi vanno a risolvere un problema specifico per un determinato gruppo di persone: questo è un marketing che funziona fatto bene.

 K:Fare marketing immagina che è come andare a pescare. Quindi se tu già prima di lanciare la canna da pesca hai deciso qual è il tipo di pesci che tu vuoi andare a pescare di conseguenza puoi anche scegliere l’aggancio …l’amo su cui ci va l’esca e puoi decidere …. il verme …  una volta che hai deciso il tipo di pesce che vai a pescare, scegli l’esca adatta; la stessa cosa anche il marketing: una volta che hai scelto il tipo di persone, di pubblico, di tipo di condominio   o condomino cui ti vuoi rivolgere allora arriva la tua esca che è il tuo messaggio, la tua comunicazione.  

D: Detto questo se anche hai capito cos’è il marketing e capisci qualche strumento di marketing che vuoi mettere in campo quindi hai identificato uno strumento giusto puoi utilizzarlo bene o puoi utilizzarlo male come l’esempio di prima di Facebook ads che sono gli strumenti che tu puoi utilizzare in un modo che funziona o in un modo che non porta a dei risultati; un altro esempio è il volantinaggio, semplice, semplice, i volantini e sicuramente ,  se ad una platea di 100 persone chiedessi: Che risultato hai avuto con il  volantinaggio? Ci sarà una grande fetta che dice di averlo fatto e che non ha portato grandi risultati e una piccola parte invece che dice di avere acquisito tanti nuovi condomini grazie al volantinaggio: perché cosa è  che cambia? La zona, la città, il ragazzo che distribuiva i volantini? In parte sì ma ciò che cambia veramente è quello che c’è scritto sopra il volantino perché se scrivi un messaggio assolutamente non produttivo ai tuoi scopi, tu puoi fare tutto il volantinaggio che vuoi e puoi spendere €10000 in volantini, ma non avrai alcun tipo di risultato.

K:Guarda, proprio oggi parlavo con un amministratore che diceva di aver  speso €4000 nel volantinaggio e che non gli ha portato nessun risultato; un altro invece ne ha spesi un po’ meno di €4000 anche un bel po’ meno… forse un migliaio.. Però mi ha detto una cosa interessante dicendo non è che non ha prodotto risultati, ha prodotto tanti risultati e tante chiamate ma che poi non si sono concretizzate. Ora c’è qualcosa che non va perché uno dice che ha speso €4000 e ha avuto una sua chiamata e l’altro che ne ho speso un quarto e   ha avuto tante chiamate che non si sono concretizzate ma comunque il risultato che è stato chiamato lo ha ottenuto e  vuol dire che il suo messaggio sul volantino ha sortito degli effetti e poi che non si sono concretizzati è un altro discorso,…

F: Magari se l’è giocato male, magari ha il  processo di vendita che non funziona, magari ha fatto un messaggio che attirava delle persone con problemi diversi da quelli che lui può risolvere… le variabili sono tante

  1. Le variabili sono tante, ed è esattamente come il pescatore che aggiusta poi la sua competenza e la sua abilità che fa una prova, vede il risultato fa un’altra prova, vede il risultato fa l’aggiustamento, modifica e inizia ad ottenere qualche piccolo risultato e capisce cosa è che funziona e ottimizza e una volta che quel risultato diventa più o meno stabile, inizia ad investire su quel meccanismo che lui stesso ha creato.

D: Quindi la pratica migliore e l’unica che c’è per far funzionare il marketing è quella di studiare, prima studi il marketing studi come funzionano gli strumenti e come applicarli magari ad una tua strategia perché se hai una strategia complessiva che da padrone a tutto il tuo marketing ovviamente sarà tutto molto più semplice: quindi studi,metti in campo, testi i risultati, diffidate sempre da qualunque tipo di persona che non ti dice che i risultati  vanno testati: anche le più grandi aziende, anche i più grandi consulenti di marketing del mondo, tutti quanti i più grandi esperti testano in continuazione le loro azioni di marketing e le correggono perché si studia, si testa e si analizza il risultato di quello che hai fatto, correggi e ricominci, testi, analizzi e correggi, testi, analizzi e correggi, fuori fino a quando non trovi la quadra  precisa del cerchio e a quel punto carichi un po’ più pesante sull’azione che hai fatto per trovare il rapporto migliore tra investimento e risultati, perché ad esempio se hai trovato il volantino perfetto e a forza di testare e  di correggerlo vedi che quello funziona non è che  più soldi ci metti più condomini attirerai perché magari la tua zona quella è quindi ci sarà una soglia massima di investimento che ti porterà il risultato  ottimale in termini di condizioni e quindi non è che se ci metto €100 mila in volantinaggio fattura €1000000 : no, c’è una soglia oltre la quale diventa poi antieconomico e questo come si fa a capirlo? Testi, analisi, correggi anche in quel caso.

K: C’è una obiezione perché ci vuole del tempo,…

D: Ci vuole del tempo assolutamente e hai due modi per risolvere il problema: uno è che dedichi una buona fetta del tuo tempo e del tuo lavoro quindi lo sottrai al tuo lavoro per studiare, testare e analizzare e correggere e un altro  è che invece ti affidi a qualcuno di esperto quindi sei disposto a pagare quel tempo che non togli a te stesso a qualcun altro..

K: Anche qui c’è un piccolo problema perché se deleghi  completamente il tuo marketing esternamente il rischio è molto alto  che non hai nessun controllo..

D: Ti f****** i soldi…

K: Ti vendono la speranza e poi non è andata… ù

D:Ti faccio un esempio: amministratore buon giorno. Sono Mario Rossi della web agency e la stavo chiamando per offrirle una promozione incredibile con cui con sole €50 al mese lei diventerà primo su google, su tutti i motori di ricerca e in prima pagina..

K: E tu magari dici ok €50, tanto quando mi cercano io esco tra i primi risultati benissimo e come grande dimostrazione vengono a studio da te, e magari ti dicono: guarda ti abbiamo creato il sito che si chiama studio Rossi Milano, e poi mettono su Google studio Rossi Milano e guarda caso, magia tu sei tra i primi risultati anzi sei il primo…

D: E certo ti hanno chiamato con il nome… Guarda hai più probabilità di ottenere dei risultati se prendi quelle €50 ogni mese, vai al primo centro ippico vicino casa e punti su un cavallo a caso: le probabilità che tu ottieni risultati sono più alte. Ma questo succede quando tu non conosci quello che stai pagando..

K: Spiego meglio quello che David sta dicendo… David voleva sottolineare il fatto che nessuno mai cercherà spontaneamente studio Rossi Milano … cioè nel momento in cui stanno mettendo queste tre parole per cercarti vuol dire che ti conoscono già… invece tu cerchi qualcuno che non ti conosce ancora, quindi tu dovresti intercettare coloro che scrivono amministrazione condominiale Milano e allora a quel punto dovrebbe uscire studio Rossi Milano: e questa se qualcuno ti dovesse vendere la prima posizione su internet e su Google la prova che devi fare non è quella di mettere il nome tuo ma la ricerca generica per la tua professione.

D: Dopo quello che abbiamo detto se qualcuno ti chiama per farti stare primo sulle pagine di tutti i motori di ricerca e tu gli dai veramente i soldi e poi fai la verifica la colpa è tua perché te lo chiamo detto. Quindi se ti chiamano per offrirti questa cosa c’è una sola parola che devi dire v********* ..

K: Sempre delicato David…

D: Non dovete cascare in queste cose perché loro vendono servizi a  persone che non conoscono il web  marketing e ovviamente anche io se fossi nelle stesse condizioni probabilmente cadrei in tentazione come sono caduto in tentazione in settori che non conosco e quante fregature ho preso   quando pensavo che una soluzione fosse la migliore, perché me l’avevano intortata bene e poi quando cominci a studiare la materia capisci che in realtà ti hanno un po’ raggirato, tocchiamo quà un argomento  un po’ delicato.. i bibitoni proteici per perdere peso, per mantenere il tuo peso forma la cosa più facile è quella di bere questo bibitone una volta al giorno e magicamente diventi uno sportivo incredibile … Non sapevo nulla né di carboidrati, grassi e proteine ne di alimentazione … non sapevo niente e io ho abboccato come un pesce abbocca ad un’esca o come una persona non esperta di quel marketing, può dire, bello €50 al mese, è uguale, stessa logica.. . io bello bevo un bibitone al giorno e mi vengono i muscoli… ho fatto un disastro e poi  ho iniziato a studiare un po’ di alimentazione per me stesso, capito come dovevo mangiare, ho iniziato a capire a chi rivolgermi ed ho cercato dei professionisti seri e quindi sono andato  da un nutrizionista, che era  un altro mezzo improvvisato, ma l’ho potuto capire perché avevo studiato un pochino la materia, perché questo è il concetto: se conosci un po’ la materia   riesci a capire se la persona a cui ti stai rivolgendo ti da  dei consigli giusti di far o ti dice di fare le cose giusto o no o se non capisci tutto quello che ti dicono prendi tutto per buono quindi una volta che ho capito che quel professionisti in realtà mi stava dando dei consigli molto discutibili ne ho cercato un altro che invece mi ha confermato che le cose che diceva l’altro erano completamente fuori di testa, questa persona mi ha dato i consigli giusti, mi sono affidato ad una professionista, un nutrizionista molto, molto preparato e la mia preparazione base mi ha permesso di scegliere a chi  affidarmi ed è la stessa identica cosa nel marketing.

K:Quindi la soluzione in questo momento è una sola: Se non vuoi rischiare devi iniziare a studiare un po’ il marketing e non è che deve diventare la tua seconda professione o la tua prima professione ma devi quantomeno acquisire quegli strumenti critici, per capire quello che ti verrà proposto in futuro esattamente come dicevamo prima Cioè per gestire il condominio hai dovuto imparare e per gestire o fare la scelta delle ditte di ristrutturazione, quindi edili o dei lavori ingegneristici all’interno del condominio,   o delle caldaie hai dovuto acquisire quelle competenze minime tecniche, dove non sei diventato un esperto delle caldaie, però quantomeno hai acquisito quei criteri per capire se quella azienda piuttosto che un’altra è competente nella propria materia o meno facendogli qualche domanda specifica dove già tu magari eri un po’ più ferrato per capire come si muovevano,se erano  in effetti esperti o   stavano semplicemente marciando sulla tua ignoranza.  In generale il marketing è la stessa cosa: devi acquisire delle competenze base…

D:Anche perché se non hai queste competenze io posso venderti i risultati di quello che mi hai pagato a mio piacimento perché posso raccontarti una mega supercazzola sui risultati ottenuti grazie ai soldi che mi hai dato, a me professionista che ti ho seguito il marketing e tu non capisci niente di quello che sto dicendo e alla fine di tutto succede che credi che sei andato bene, che hai fatto un buon investimento ma nella realtà dei fatti si è tradotto in zero  risultati sotto forma di nuovi condomini acquisiti .. Quindi per capire quali risultati sono buoni e quali no, devi avere comunque una conoscenza base non insufficienze ma discretamente buona.

K: Per tornare al tema principale di questa puntata, dove abbiamo detto: ma saresti disposto a pagare per prendere un condominio? La risposta è  si: ecco, non è stato un caso che abbiamo dato questo titolo alla puntata perché il marketing applicato in modo scientifico ma a quello si arriva attraverso test prima lo studio e poi test come abbiamo detto, si arriva ad avere e fare delle azioni di marketing precise, che portano dei risultati precisi; ecco perché abbiamo parlato del fatto che per acquisire i condomini tu devi essere disposto ad investire e cioè a pagarli attraverso il costo del marketing – quindi con la giusta applicazione del marketing saprai che spendi €500 per dire ed acquisisci un condominio di 20 unità immobiliari, che ogni anno ti porteranno €3000 di fatturato. E saresti disposto a spendere€500 per acquisire 20 unità immobiliari che ogni anno ti porta 2500 – 3000 euro? La risposta ovviamente è sì; ok perfetto: allora investendo quei €500 in marketing, in azioni di marketing, puoi imparare a farlo emetterlo a processo.

D: Diciamo anche la verità abbiamo dato questo nome al podcast perché siamo un po’ delle merde e sappiamo che quando parliamo di stecca arrivate come le api sul miele… arrivate come le mosche sul miele come cazzo si dice??

K: Si, si dice cosi…

D: Arrivate insomma..

K:Diciamo che la cosa interessante e che nessuno lo dice apertamente, però comunque il mondo condominiale purtroppo è pervaso da questo male. Tanto è vero che la puntata come farsi dare la bustarella ha registrato praticamente il record di ascolti perché il ditino proprio non ce la fa a non   andare su quella puntata….

D: bustarella, stecca, argomenti che interessano pure me…

K: Diciamo che abbiamo fatto un po’ di marketing e alziamo le mani…

D: Comunque è l’orso che va al miele.. Detto questo, lasciamo perdere siamo arrivati alla conclusione di questa puntata e se vi è piaciuta condividetela e parlatene con i colleghi e abbiamo scoperto che questo podcast veramente sta avendo dei risultati incredibili …

K: … la scorsa settimana sto parlando della puntata con Francesco Di Castri per essere preciso, la puntata n. 15,  ha registrato quasi 500 ascolti …

D: E abbiamo per esempio dal punto di vista così concluso del test, analizzare… Noi per esempio avevamo puntato inizialmente molto su Facebook e abbiamo poi visto che l’amministratore medio in realtà su Facebook non ci sta tanto tempo, mentre abbiamo scoperto che uno strumento come il podcast viene  molto, molto apprezzato da molti amministratori che su Facebook neanche ci sono..

K: Probabilmente qualcuno di voi sta viaggiando in macchina e quindi ha messo il podcast e se lo sto ascoltando, qualcuno è in pausa in ufficio e si rilassa ascoltandolo… Non lo so ma sono solamente le nostre ipotesi ma vediamo che gli ascolti crescono molto rapidamente

D: E questo ci fa piacere, soprattutto se abbiamo preso il posto di Gigi d’Alessio e abbiamo salvato in modo ben due volte.

K: Guarda un altro test che avevamo fatto ma tu ne eri molto sicuro e io ne ero piuttosto scettico è il gruppo telegram che era nato come un test, ma sta portando degli ottimi risultati oltre 232 membri.. Ma è un gruppo molto attivo ed è veramente molto apprezzato anche..

D: Quindi le cose le devi testare sul campo  e poi tiri i risultati. Con questo è tutto, alla prossima puntata ciao,

K: Ciao

Scarica la puntata

scopri le nostre risorse gratuite!