Da quando è uscito alla luce il progetto Imprenditore Condominiale, in molti si sono chiesti quale fosse il nostro scopo, il nostro fine ultimo, cosa c’era sotto.

Ti dico fin da subito che lasciamo ad altri fare politica e nel nostro piccolo cerchiamo di migliorare le piccole cose quotidiane pratiche.

Poi se si crea un gruppo in grado di fare lobby per innalzare le barriere di entrata nella professione, lo appoggeremo.

Colgo l’occasione per dire che anche il nome Imprenditore Condominiale non è casuale e non è frutto di un momento di ispirazione creativa.

Sono stati impiegati ben 4 mesi di studi e ricerche per fermarci proprio su questo nome.

Questo è un commento estratto dal gruppo Telegram iscriviti ora ==> https://bit.ly/2tXW3RU )
…e uno degli obiettivi di Imprenditore Condominiale è quello di impattare sulla PERCEZIONE dei condòmini nei confronti di chi li amministra.

Sappiamo tutti quanto le etichette e i pregiudizi sono legati alle parole.

Un esempio “negro/ nero” (cambiato in “africano”), “handicappato/ disabile” (cambiato in “diversamente abile”) e molti altri esempi simili.

Purtroppo, che ci piaccia o no, non appena un condomino sente “amministratore di condominio” nel suo cervello si attiva un campo semantico pieno di accezioni negative. Senza che le scrivo tutte le conosciamo molto bene queste accezioni negative e i pregiudizi.

Ora abbiamo due strade:

1. Possiamo tentare di cambiare questo innesco automatico di associazioni negative che parte nella testa delle persone quando sentono la parola “amministratore di condominio” e sappiamo che la gente non ama cambiare e sappiamo che è una battaglia destinata a durare per generazioni;

2. Creare una denominazione nuova (come nel caso di africano, diversamente abile) e pulita a cui associare una serie di accezioni al positivo. Imprenditore Condominiale vuole ELEVARE la figura dell’amministratore di condominio agli occhi del condomino.

Nelle nelle nostre ricerche preventive una delle risposte che ci è stata data da un vostro collega è stata:

“È proprio fico avere nella sala di attesa il magazine che si chiama Imprenditore Condominiale perché il condomino entra e vede che chi lo amministra non è solo un semplice amministratore di condominio, è un Imprenditore Condominiale.”

E a quel punto il condomino si chiederà e che cosa vuol dire e perché è diverso un Imprenditore Condominiale?

A quel punto tu hai una nuova opportunità, puoi rispondere a questa domanda, ricreare la tua immagine e far associare nella testa del condomino accezioni positive a un concetto pulito e vergine come quello di Imprenditore Condominiale.

Ci riusciremo?

Non lo so, ma nella vita io personalmente sono sempre partito con l’idea almeno ci devo provare sennò me lo rimpiango per tutta la vita e finora ci sono sempre riuscito.

Sarà questa la prima volta?
Mi auguro di no come in passato e comunque lo vedremo insieme 🙂


(questo è un commento estratto dal gruppo Telegram iscriviti ora ==> https://bit.ly/2tXW3RU )